6

Struccarsi con l’olio di cocco

Poco tempo fa vi ho parlato dell’olio struccante Dior, dicendovi che adoro questo metodo di “struccaggio” perché è delicato, efficace e veloce. Una ragazza sulla fanpage di Facebook mi ha consigliato di sostuire questo prodotto costosissimo e dall’INCI discutibile con l’olio di cocco. Io avevo sentito parlare moltissimo di questo prodotto naturale ma non ero mai riuscita a trovarlo. Un giorno, casualmente, l’ho trovato in un negozietto asiatico in via Maqueda (di fronte palazzo Sant’Elia) e ho deciso di provarlo subito.

Ho comprato l’olio di cocco puro al 100% di KTC (prodotto in Sri Lanka), nella bottiglietta di vetro con tappo a vite metallico (1.80 € per 250 ml).

Olio di cocco

Olio di cocco

Olio di cocco

L’olio di cocco si presenta allo stato liquido al di sopra dei 24° e allo stato solido (burroso) al di sotto di questa temperatura. In questo momento il mio è allo stato liquido. E’ un prodotto che ha mille funzioni: può essere usato in cucina, per la cura del corpo e dei capelli nonché per la cura del viso.

L'olio di cocco è un olio vegetale ottenuto a partire dalla polpa secca e dalla copra della noce di cocco.
L'olio contiene circa il 90% di acidi saturi estratti mediante pressatura della polpa e viene ampiamente utilizzato nell'industria cosmetica, sebbene presenti ampi utilizzi sia nell'industria che in medicina.
Molto resistente alle alte temperature, si presta come olio in cucina e per frittura. A causa della sua stabilità, si ossida lentamente e perciò irrancidisce con difficoltà. Può essere impiegato anche nei dolci.
Molto utile anche per i capelli sfibrati o ispidi: viene usato ad esempio dalla popolazione dell'India per il loro tipo di capello tendente al crespo.

Fonte: Wikipedia

Io, per un utilizzo più facile, l’ho travasato nel contenitore dello struccante Dior. Infatti, sia che sia allo stato liquido sia allo stato “burroso”, è abbastanza scomodo da usare direttamente dalla bottiglietta in vetro. Comunque, se l’olio dovesse solidificarsi, basta avvicinarlo a una fonte di calore (termosifone, stufa, phon…) per farlo ritornare allo stato liquido e poterlo travasare comodamente.

Io lo uso esattamente allo stesso modo rispetto all’olio struccante di Dior: ne verso un po’ sul palmo delle mani e lo massaggio abbondantemente su tutto il viso (compresi occhi e labbra) e poi sciacquo con acqua tiepida.

Ho notato, però, che quest’olio è più difficile da eliminare completamente dal viso. Anche dopo un abbondante risciacquo, il viso rimane un po’ unto con qualche traccia di trucco . E’ necessario, quindi, a complemento del risciacquo con acqua tiepida, usare un panno in microfibra (anche quelli venduti per fare le pulizie casalinghe!) per eliminare ogni traccia di olio e di trucco dal viso. Usato in questo modo è efficacissimo! Il viso rimane pulito, morbido e liscio. Voglio ricordare che non è comedogenico e non brucia gli occhi (però li lascia un po’ appannati).

Volendo fare un confronto tra l’olio di cocco e l’olio struccante di Dior posso dire che:

  • Quello Dior è piacevolmente profumato, mentre questo è assolutamente inodore;
  • Quello Dior si risciacqua perfettamente anche senza l’uso di un panno in microfibra;
  • L’olio di cocco lascia la pelle più morbida;
  • L’olio di cocco appanna un po’ gli occhi, mentre quello Dior no;
  • L’olio di cocco ha un INCI completamente naturale, mentre quello Dior è pieno di schifezze;
  • L’olio di cocco costa pochissimo, mentre quello Dior è un salasso (1.80 € per 250 ml contro 27 € per 200 ml);
  • Entrambi hanno confezioni non troppo comode;
  • Entrambi eliminano anche il trucco waterproof;
  • Entrambi sono adatti a tutti i tipi di pelle (da secca a grassa).

In conclusione, io ve lo consiglio vivamente! E’ un ottimo olio per struccare tutto il viso, se usato in combinazione con un panno in microfibra/silicone/spugna.

6 commenti:

  1. Io uso da anni l'olio di Jojoba, con il quale mi trovo benissimo. Costa sui 9 €, ma mi basta per qualche mese. Dal viso lo rimuovo con una saponetta vegetale, poi metto un pò di tonico.
    Nell'ultimo periodo invece l'ho usato solo sugli occhi, con l'aiuto di un dischetto inumidito.
    L'olio di cocco fatico un pò a trovarlo puro.

    RispondiElimina
  2. Sì, infatti il problema è trovarlo. Però usato in accoppiata a un panno è veramente efficace! :)

    RispondiElimina
  3. Ecco, se mai lo trovassi credo che lo proverei...

    RispondiElimina
  4. trovato in erboristeria.....9,90€

    RispondiElimina
  5. Ciao, ti consiglio di non usare il panno in microfibra per pulizie domestiche, in quanto potrebbe rilasciare sostanze tossiche per il derma, (come coloranti e altre sostanze chimiche/sintetiche) non essendo ideato per questo fine.

    RispondiElimina
  6. ma il fatto che appanni un po la vista e' normale? anche a me da questo effetto....

    RispondiElimina