11

Review “Non ti scordar di me” Lush: l’odissea dello struccante!

L'odissea dello struccante

Prima di passare alla recensione dello struccante Lush, voglio rendervi partecipi di un’odissea che va avanti da anni: la ricerca dello struccante adatto a me.


Per qualcuno sarà esagerato, lo so, ma io non sono ancora riuscita a trovare un prodotto o un metodo che mi soddisfi del tutto. Lo struccante non sembra certo un prodotto complesso da realizzare, in cui l’innovazione e la ricerca hanno un peso relativo… eppure le mie esperienze in merito sono più negative che positive.


Il presupposto fondamentale sta nel metodo di struccaggio: la gente comune (quasi tutti) strucca prima gli occhi con i dischetti imbevuti di struccante liquido (anche bifasico), e poi il resto del viso con le salviette struccanti, oppure con i dischetti imbevuti di acqua micellare, oppure con il latte detergente, oppure con un olio vegetale. Questo metodo che sembra andare bene per quasi tutte le ragazze del mondo, su di me ha effetti terrificanti. Io ho la pelle attorno agli occhi, alla bocca e al naso talmente delicata che se passo un dischetto di cotone più di una volta su quelle zone divento rosso peperone e la pelle mi cade a pezzi. Quindi, l’idea di usare decide e decine di dischetti imbevuti di struccante o di altro sugli occhi e sul viso mi terrorizza! Inoltre, devo ammettere, che non lo riesco a considerare né un metodo facile, comodo e veloce, né ecologico, visto che si usano quantità indefinite sia di dischetti che di prodotti. Inutile, poi, considerare le salviettine struccanti, solo a guardarle (anche le più delicate) la mia faccia ha reazioni strane!


Da anni, quindi, ho raggiunto la consapevolezza che il prodotto struccante per me dovesse avere un paio di caratteristiche fondamentali:

  • deve essere adatto sia per  il viso che per gli occhi che per le labbra
  • deve essere un prodotto a risciacquo
  • non deve contenere troppe schifezze (no paraffina, no siliconi, no olii minerali)
  • deve essere capace di struccare tutto senza l’ausilio di spugnette, panno in microfibra o altro (perché mi irritano la pelle)
  • deve essere relativamente economico

Vi assicuro che prodotti con queste caratteristiche ce ne sono pochi in commercio, anzi nessuno. Purtroppo la mia pelle risente molto di una rimozione del make-up poco accurata, e se vado a letto con il viso non completamente pulito, nei giorni successivi mi vedrò spuntare magicamente punti neri e brufoli. Assicurato!


Ho provato struccanti di ogni genere…


Il latte multivitaminico Collistar (usato a mo’ di sapone) non brucia gli occhi, è delicato, ma non strucca perfettamente il viso lasciando spesso residui di fondotinta difficili da eliminare.

Gli olii struccanti Dior, Lancôme, Clinique (ce ne sono di tantissime marche) sono ottimi sia per il viso che per gli occhi, sono facili da risciacquare, ma contengono un sacco di schifezze e hanno prezzi esorbitanti.

Gli olii vegetali (tipo olio di cocco, di jojoba, di sesamo, ecc.) struccano benissimo ma sono veramente difficili da rimuovere dal viso.


Insomma, come fare? Che prodotto usare?


Solo qualche mese fa, grazie alla grandiosa idea di Carlita sono riuscita a realizzare il migliore struccante mai provato nella mia vita, lo StrucCarlita! Ve ne ho parlato in questo post. L’unico neo di questo meraviglioso balsamo struccante sta nell’uso dell’olio di cocco, perché questo si solidifica al di sotto dei 24°, rendendo lo struccante impossibile da realizzare nei mesi caldi, a meno che non lo teniate in frigo (cosa che io trovo scomodissima!). Quindi, per l’inverno ho trovato lo struccante perfetto, ma per l’estate? Che faccio?


All’inizio avevo pensato di creare una versione estiva dello StrucCarlita sostituendo all’olio di cocco il burro di Karitè, ma non sapendo quale potesse essere il risultato finale ho preferito prima cercare in Rete un prodotto che facesse al caso mio. (Maledetta pigrizia!).


È stato in quel momento che mi sono imbattuta nello struccante Lush “Non ti scordar di me”. La descrizione lasciava pensare che si trattasse di un balsamo adatto alle mie esigenze: a base di olii, senza schifezze, rimuovibile dal viso soltanto con acqua tiepida. L’unico difetto era il prezzo decisamente alto, ma mi serviva solo d’estate come sostituto dello StrucCarlita invernale, quindi potevo fare uno strappo alla regola.

Lush struccante Non ti scordar di me

Arriva il mio ordine Lush, apro il barattolino e annuso: “Perfetto, sa di olii!” penso. La sera mi accingo al primo utilizzo e comincio ad imprecare contro me stessa e contro la Lush! Non esiste al mondo struccante più denso, più pesante e più difficile da rimuovere dal viso di questo! Eppure non ho sbagliato niente: ho preso una piccola quantità di balsamo, l’ho massaggiata sugli occhi e sul viso e poi con una spugnetta inumidita di acqua tiepida ho cercato di eliminare tutto (trucco e olio); ma è veramente un mattone in faccia! Risultato: mi sono dovuta ri-struccare con l’acqua micellare e lo struccante bifasico. Una cantonata bestiale! In più usando la spugnetta e sfregando per eliminare quel mattone unto dalla mia faccia mi sono irritata tutta la pelle del contorno occhi! Ero incazzata nera! >_<


Che disastro! Non solo avevo speso una montagna di soldi per quel prodotto terribile, non avevo uno struccante per l’estate! Allora mi è venuta un’idea: perché non provare a creare una versione estiva dello StrucCarlita usando il “Non ti scordar di me” al posto dell’olio di cocco? Vado si spignatto e incrocio le dita! Visto che il “Non ti scordar di me” è molto grasso e pesante, ho modificato un po’ la ricetta mettendo al posto dell’acqua semplice quella micellare, che di per sé è già struccante.


Il risultato è un balsamo un po’ meno denso rispetto allo StrucCarlita, che tende a separare la fase grassa da quella acquosa. Ma pazienza, al massimo lo shakero prima di usarlo…


Prima prova: sono molto contenta! Ho massaggiato una piccola quantità di balsamo su viso e occhi e poi ho risciaquato con acqua tiepida. Lo struccante e il trucco stesso sono immediatamente scivolati via lasciando la pelle fresca, pulita e idratata. Niente più pastoni impossibili da eliminare dal viso! Sono o non sono un genio? :)


Come al solito, per sicurezza, dopo aver tamponato il viso con l’asciugamano, passo un dischetto imbevuto di acqua micellare: per eliminare gli eventuali residui di trucco e di olii. Ma il dischetto rimane sempre pulito.


Sono veramente contenta di essere riuscita a salvare un prodotto che altrimenti sarebbe stato destinato alla spazzatura. Credo proprio che lo userò con soddisfazione per tutta l’estate, esattamente come mi ero prefissata di fare fin dall’inizio.


Spero che questo post possa essere utile a tutte quelle persone che magari hanno acquistato questo struccante Lush e l’hanno abbandonato perché insoddisfatte, provate questo spignatto e non ve ne pentirete!

11 commenti:

  1. io uso il clean sensitive della garnier visto che ho una pelle molto delicata.
    corrisponde a tutti i tuoi criteri,, provalo...

    tentar non nuoce.. fidati.. togli anche il trucco waterproof con una passata sola!
    THE CHIC AND CHEAP BLOG

    THE CHIC AND CHEAP BLOG Facebook Page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è un latte detergente a risciacquo?

      Elimina
  2. condivido in pieno il tuo pensiero su "Non ti scordar di me", l'ho lasciato a prender polvere, lo uso solo per pulire mani e braccia quando faccio gli swatches!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio lo spignatto per creare la nuova versione dello StrucCarlita. Non è perfetto come l'originale, ma almeno usi per il suo scopo un prodotto non proprio economico.

      Elimina
    2. Avevo avuto la stessa senzazione usandolo la priam volta...poi la commessa di Lush mi ha detto che succede perchè è a base di olio quindi cn l'acqua non viene via! Bisogna applicarlo e rimuoverlo con un dichetto imbevuto di tonico... ho provato e funziona! (su di me...=) )

      Elimina
    3. Il problema non sono gli olii, perché io uso solo struccanti a base oleosa, ma la scelta di olii così pesanti. Il metodo del tonico mi sembra perfetto per rimuovere i residui dagli occhi, ma molto scomodo per il resto del viso. Io purtroppo ho acquistato questo prodotto per struccare sia viso che occhi.

      Elimina
  3. Non l'ho mai provato ma anche io, come te, sto sostenendo una perosnale lotta contro la fase dello struccaggio. Non trovo uno struccante occhi veramente efficacie, che necessiti di poche passate, che non costi troppo e che non mi bruci gli occhi. L'ultimo tentativo con l'acqua micellare collistar è stato un vero capitombolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per struccare solo gli occhi (cosa che faccio molto raramente) amo gli struccanti bifasici, L'Oréal e Clinians su tutti.

      Elimina
  4. io lo uso solo per gli occhi per terminarlo, ma preferisco di gran lunga le acque micellari, mi trovo bene con quella di bioderma!

    RispondiElimina
  5. Hi! I liked your blog, it's so cute! The real beauty-blog ^^ And you are so pretty =**
    Follow me on Bloglovin: Kisses From Europe
    I will follow you by Google or Bloglovin ;) Let's support each other! ^^
    Love&kiss!

    RispondiElimina